Lettera di reclamo Telecom e diffida di sospensione

Reclamo per Servizi non richiesti in fattura e diffida a Telecom per la sospensione della linea telefonica.

Spesso le compagnie telefoniche del tutto arbitrariamente provvedono a sospendere la linea telefonica obbligando, di fatto, l’utente a pagare le somme in contestazione.

Diversamente, l’utente ha diritto ad avere riscontro alla contestazione senza che lo stesso venga prevaricato tramite il “ricatto” della sospensione della linea telefonica.

Raccomandata A.R.

 

Spettabile
TELECOM ITALIA
– Servizio Clienti Business –
Casella postale n. 218
14100, Asti
 
(anticipata a mezzo fax n. 803308191)

 

Oggetto: Posizione utenza telefonica n. XXXXXXX del 05.10.2007, intestata a XXXXX S.a.s. – Vs. Rif. XXXXXX

Facendo seguito alla mia r.a.r. del 14.05.2007, scrivo la presente per avere i dovuti ragguagli in merito alla Vs. fattura n. 8S01002632, intestata all’utente in oggetto indicato, nella quale viene specificato il mancato pagamento del “Conto Telecom Italia n. 03/07” per un importo di euro 111,00 e richiesto il relativo saldo.

Orbene, la fattura n. 03/07 è stata oggetto di specifica contestazione tramite r.a.r. del 14.05.2007, nella quale si richiedeva lo scorporo, dall’importo totale di euro 447,00, delle somme da Voi illegittimamente richieste, quantificate in euro 111,00.

Pertanto la mia assistita procedeva al pagamento parziale di tale fattura con il versamento di € 336,00, della cui ricevuta si è già proceduto a fornirvi copia nella anzidetta r.a.r., scorporando la somma in contestazione.

In data odierna, 16.11.2007, la mia assistita mi riferisce che le è stata sospesa l’utenza telefonica.

Successivamente, veniva contatto Vs. call-center. Chiarita la vicenda con il Vs. operatore, lo stesso riferiva di aver riattivato la linea telefonica.

Al contrario, l’utenza telefonica risulta tuttora sospesa!!!

Tale Vs. comportamento è del tutto arbitrario, non essendo da Voi fornita alcuna comunicazione scritta sull’esito del reclamo, in violazione delle espresse disposizioni della Autorità Garante.

Sono a specificarVi che tale comunicazione, come a Voi ben noto , doveva essere fornita entro 30gg dalla comunicazione del reclamo (a Voi pervenuto giĂ  in data 24.05.2007).

Peraltro, si precisa che la sospensione del servizio “è limitata ai soli servizi regolamentati oggetto della controversia” (come previsto nel “Regolamento di servizio concernente le norme e le condizioni di abbonamento al servizio telefonico”), ossia nel caso specifico: Teleconomy 24 Aziende city; Opzione internazionale Folk; Filodiffusione; Alice Business Time Free.

Pertanto, la sospensione di tali servizi, oltre ad essere illegittima per i motivi ut sopra, non può essere disposta in quanto non riguarda direttamente “il traffico voce”.

Tanto premesso, vi invito a procedere immediatamente alla riattivazione della utenza telefonica nel rispetto delle disposizioni del Garante.

Considerando i gravi pregiudizi e disagi che il Vs. comportamento sta arrecando alla mia assistita, mi corre l’obbligo di informarVi che la reiterazione di tali condotte comporteranno necessariamente l’instaurazione della controversia avanti le competenti sedi per il risarcimento, anche, degli ulteriori danni patiti e patiendi.

Sono, inoltre, con la presente a richiederVi nuovamente la disattivazione dei servizi: Opzione internazionale Folk, Teleconomy 24 Aziende city, Filodiffusione. La disattivazione degli stessi vi era giĂ  stata richiesta con la anzidetta r.a.r., ciononostante i suddetti servizi e relativi importi, continuano ad essere conteggiati in tutte le fatture della mia assistita.

Resto in attesa di un Vs. pronto riscontro.

Distinti saluti.

Luogo e data

FIRMA XXXXX

 

Per adesione

Dott. XXXXXXX

in persona del legale rapp.te di XXXXXXXX S.a.s